Fiera Smart Mobility World 2015

L’autodromo di Monza ha ospitato la terza edizione di Smart Mobility World, un evento che ha cercato di offrire una visione completa sui temi della Smart City e della Green Mobility. La manifestazione, che si è chiusa lo scorso 30 ottobre, ha visto oltre 3.500 operatori professionali accreditati, 152 tra sponsor, espositori e partner, 230 relatori e 36 convegni, oltre 700 test drive su auto green e oltre 75 giornalisti accreditati dodici mesi, rassegna stampa di oltre 2.000 articoli tra carta, blog, siti web, social network e TV. Sono questi i numeri del successo dell’edizione 2015 di Smart Mobility World che ne decretano lo status di manifestazione europea unica e più importante dedicata alla mobilità del XXI secolo: sostenibile, connessa e integrata in grado di offrire una visione completa sui temi Smart City e Green Mobility. Una leadership rafforzata dalla vocazione sempre più internazionale dell’evento grazie agli oltre 180 operatori presenti al convegno internazionale “Connected Automobiles” che lo decretano primo ed unico in Italia dedicato alla “connected car”.

In tale contesto si è collocata con particolare attinenza la presenza di Generale Sistemi srl all’interno di uno stand lab allestito presso la zona Box e Paddock. In collaborazione con partner ed aziende leader del settore Parking come Skidata, Easypark ed Esaservice, il laboratorio allestito presso l’autodromo dava la possibilità di testare veicoli full electric, caricati presso una colonnina, il tutto gentilmente fornito da Scame Spa nell’utilizzo di un parcheggio Skidata e gestotp attraverso un sistema integrato con Ocr di targa ed operativo su piattaforma Easypark remota. Un vero e proprio prototipo di Smart City in miniatura relativa alla mobilità ed al parking management.

Generale Sistemi srl ha riportato quindi un importante successo in termini di comunicazione del proprio brand In-Presa dedicato alla ricarica di veicoli elettrici. In evidenza “Charge In-PARK Free” un sistema di Fidelity pensato per gli operatori nel settore parcheggi in grado di fornire diversi livelli di servizio, dalla ricarica Free nei parcheggi a un avanzato sistema di Power Management, fino all’interfacciamento con i sistemi di gestione del parcheggio per l’integrazione con il sistema di pagamento.

“Registriamo una costante crescita d’interesse verso la Smart City ed i suoi aspetti più vicini alle reali esigenze dei cittadini, semplicità di parcheggio, mobilità alternativa ma efficace, sfruttamento dei dispositivi già ampiamente diffusi come gli smartphone per un utilizzo semplice ed immediato nei servizi all'utente. Vi è un aspetto concreto di tecnologie oramai consolidate che necessita di avere una maggiore diffusione in un paese come il nostro, in questa fiera si è mostrato al pubblico presente, molti addetti ai lavori ma non solo, quanto tali soluzioni siamo già presenti negli investimenti e nei progetti di aziende italiane come la nostra PMI come nella miglior tradizione industriale italiana, estremamente avanzate a livello progettuale e tecnologico. Realtà imprenditoriali che vogliono mantenersi o aprirsi a questo settore ma non pensano in termini di adattamento alle richieste del pubblico rischiano di ritrovarsi tagliate fuori dal mercato di domani, ed anche già in parte di oggi” ha dichiarato Adolfo Deltodesco CEO di Generale Sistemi.

Aggiunge Melani responsabile marketing dell’azienda: “A livello tecnologico Generale Sistemi con la propria piattaforma mostra di essere assolutamente in linea con gli standard tecnologici già diffusi a livello dei paesi europei più avanzati, questa fiera è stata l’occasione per dimostrare questa specialità. Relativamente ad una sintesi delle esperienze condivise in questi giorni di fiera se, come molti hanno sottolineato, il veicolo elettrico è ancora in attesa di una "scossa" a livello di mercato questo è in buona parte, aggiungiamo noi, causato dalla percezione sbagliata dell'utilizzo di questo. L'idea di sostituire il veicolo tradizionale con un veicolo full electric tout court è viziata in origine. Sono invece necessari progetti di sviluppo di servizi dedicati che incentivino l'utilità del veicolo elettrico come veicolo di corto raggio, per questo la nostra attenzione è soprattutto al settore parcheggi. Quel che abbiamo voluto comunicare in questo evento è soprattutto la necessità di non pensare ad architetture enormi e diffuse a pioggia nelle città per i veicoli elettrici, ad esempio colonnine elettriche per le strade, ma ad attori che possano gestire in modo efficace e sicuro i servizi di parcheggio in ambienti effettivamente cruciali per l'utente di questo tipo di veicolo. Parcheggi centrali o scambiatori, commerciali o aziendali etc.... Inutile avere mille strade piene di colonnine del cui effettivo funzionamento nessuno risponde, neppure una App... ”.

Fonte: Veicoli Elettrici News



Monza, Autodromo, Ottobre 2015

More about:
Maggiori informazioni